giovedì 26 marzo 2009

Rispetto per il ruolo dei Parlamentari

Ho grande rispetto e ammirazione per il Presidente Berlusconi e per l’attività profusa nel risollevare le sorti della nostra Italia, ma quale ligia parlamentare non mi sento di condividere l’ultima dichiarazione relativa al ruolo del Parlamento. In tutta sincerità mi sento molto offesa, perché risulto quotidianamente presente nelle Commissioni e in Aula, studio e valuto attentamente tutti i provvedimenti ed anche i relativi emendamenti, che voto solo se condivido. Non sono una eletta dal popolo abituata a riscaldare la sedia del Parlamento Italiano; ritengo di saper svolgere il ruolo affidatomi nel rispetto della democrazia e soprattutto cercando di rendermi interprete delle istanze della gente della mia Calabria, forse un po’ troppo dimenticata.

On. Angela NAPOLI

Roma, 26 marzo 2009

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Appunto, mi chiede come una grande e coraggiosa donna qual è lei, possa avere tanto rispetto per un meschino piduista, WannaMarchi della politica italiana che considera il Parlamento (e i parlamentari) un inutile fardello!
Con stima
Marco

Anonimo ha detto...

Carissima Onorevole (con la maiuscola!), non posso che condividere ciò che ha scritto Marco nel suo post. Mi rammarica questa sperticata ammirazione per un simile individuo, soprattutto da Lei...che sa... che è consapevole della presenza pervasiva e sistematica dell'antistato nello Stato!
Mi perdoni, Lei fu la prima (e l'unica) a denunciare la presenza di nipoti e parenti dei boss mafiosi nella sua stessa lista, dietro di Lei, alle ultime elezioni. La lista era quella di Berlusconi, cosa La porta allora oggi, ad esprimere la Sua ammirazione per il leader, capo incontrastato del PDL?
Con immutata stima. BC

PS. La prego di non votare quell'abominio che chiamano biotestamento. E' una mostruosità giuridica, liberticida e frutto di un'ideologia antidemocratica e filovaticana. Lo Stato è laico, e i suoi rappresentanti devono tenerne sempre conto, pur nelle differenze e nel rispetto delle proprie convinzioni personali.
Un abbraccio.

Gennaro Giugliano ha detto...

Buongiorno dott.ssa Napoli ritorno volentieri a trovarLa sul suo Blog cogliendo l'occasione per appoggiare il Suo pensiero circa la soggettività del ruolo dei parlamentari e nella fattispecie della sua abnegazione e trasparenza nel modo comportamentale,ed in secondo lugo mi sentivo di ringraziarLa per quella breve intervista rilasciata a dei comuni cittadini a Cosenza dopo averle consegnato il volantino di solidarietà per il dott Gioacchino Genchi. Credo che Lei sia come si suol dire una mosca bianca,cioè di quelle persone che per il ruolo istituzionale e professionale che occupano non si trovano tutti i giorni. Buon lavoro per tutti i Suoi impegni presenti e futuri

Gennaro

Anonimo ha detto...

Sinceramente mi stupisco del suo stupore.
Il fatto che non sia ministro Lei e lo siano la Carfagna e la Gelmini, con il loro splendido curriculum spiega bene la situazione di degrado del paese.
Lavoro spesso all'estero, i miei colleghi mi dicono Italia-Berlusconi e si mettono a ridere e io non so che dirgli...
Mi spiace, ma stavolta a giugno non torno per votare

Con grandissima stima

Beppe

Michele AMENTA ha detto...

noto .. senza stupore, che i suoi ammiratori la stimano e contemporaneamente insultano il suo capolista, Berlusconi. È lei la "signora" che ha accusato di prostituirsi, senza fare nomi , le donne del PDL di cui Lei fà parte?
Lei fà parte della commissione antimafia da due anni , ha mai denunciato un mafioso?.. dovrebbe scriverlo nel suo blog.
Oggi l'ho sentita accusare dai microfoni di Annozero, la presenza di politici del suo partito collusi con la 'ndrangheta, quindi domani dovrebbe presentare denuncia alla magistratura, del Governatore Scopelliti apertamente accusato di essere mafioso. .... del suo partito.
Complimenti .....in Sicilia c'è un detto: il bue dice "cornuto" all'asino