mercoledì 8 novembre 2017

a Pagine di R-Esistenza

Ospite di “Pagine di R-Esistenza” 
puntata 9 Seconda stagione





http://www.dailymotion.com/video/x683u63?collectionXid=x4u5sv_calabrianews24online_pagine-di-r-esistenza 

giovedì 5 ottobre 2017

martedì 5 settembre 2017

Video intervista su intimidazione a Sindaco Scionti


Mia intervista, rilasciata al giornalista Graziano Tomarchio, sulla grave intimidazione al Sindaco Scionti di Taurianova






(link video)
https://www.facebook.com/graziano.tomarchio/videos/vb.1115906482/10209859060049262/?type=2&theater

https://www.youtube.com/watch?v=uZU2qeg8YUI

COMUNICATO STAMPA DI SOLIDARIETA’ AL SINDACO SCIONTI




Esprimo sincera solidarietà al Sindaco Fabio Scionti e alla sua famiglia per il 
vile, grave ed inaudito atto criminale che nella notte scorsa ha distrutto la sua vettura. Il gravissimo episodio riaccende i fari sulla città di Taurianova che, con sacrificio, sta cercando di risollevarsi dagli anni bui trascorsi.
A Taurianova occorrono urgenti interventi per la sicurezza, giacché è chiaro che gli uomini delle locali ‘ndrine continuano in sordina a voler dominare su tutto e su tutti e non accettano la sana pubblica amministrazione. In un Comune il cui Consiglio è stato sciolto per ben tre volte per infiltrazione mafiosa mi appare assurdo che la Magistratura taccia da anni.
Innanzi ad una simile grave barbaria mi auguro che tutte le forze politiche ed associazionistiche si uniscano per impedire che Taurianova ripercorra i passati anni nefasti.
Al Sindaco Fabio Scionti assicuro la mia vicinanza unita all’incoraggiamento a non rinunciare a proseguire nell’incarico che la cittadinanza gli ha affidato.
                                On. Angela Napoli

Taurianova, o5 settembre 2017

venerdì 12 maggio 2017

Sullo scioglimento dei Civici Consessi


Ogni volta che giunge la notizia dello scioglimento di qualche Consiglio comunale per infiltrazione mafiosa, leggo commenti e reazioni che, a mio avviso, non fanno altro che avvalorare la bontà del provvedimento amministrativo.
Certamente lo scioglimento di un Civico Consesso per infiltrazione mafiosa pesa sui cittadini della comunità coinvolta, la quale quasi sempre è portata a credere alle motivazioni esposte dai politici interessati e finisce col dimenticare eventuali interventi giudiziari che hanno preceduto l'atto amministrativo.
Sicuramente preoccupa il fatto che nel giro di soli dieci giorni la provincia di Reggio Calabria abbia avuto lo scioglimento di ben quattro Consigli comunali per infiltrazione mafiosa (Canolo, Gioia Tauro, Laureana di Borrello e Bova Marina), ma ciò dovrebbe far meditare ciascuno di noi, piuttosto che lasciarci andare a pensieri negativi contro il Ministro dell'Interno del momento. Andrebbe sempre ricordato che nessun Ministro dell'Interno può proporre all'intero Consiglio dei Ministri, e poi far ratificare dal Presidente della Repubblica, lo scioglimento di qualsiasi Ente locale, se la stessa proposta non è supportata da una valida relazione che ne contenga le accertate motivazioni.
Va chiesta insistentemente la modifica della norma in questione in modo che possano essere assunti provvedimenti sul personale amministrativo e dirigente (in particolare su quello degli Uffici Tecnici) resosi responsabile, insieme alla parte politica, delle collusioni con i mafiosi. Occorre prevedere il divieto assoluto della ricandidatura di tutti coloro che avevano incarichi di Giunta o di consigliere (maggioranza o opposizione) e che risultano in qualche modo coinvolti nella relazione d'accesso. Dovrebbe essere nominata una terna commissariale con poteri straordinari e che con coraggio intervenga per irrompere su tutto ciò che di negativo emerge dalla relazione d'accesso.
Ai responsabili dei vari Partiti o Movimenti politici, nessuno escluso, dico di finirla con l'alibi della solita cantilena "la responsabilità è personale" (troppo comodo!!!!). Tutti coloro che decidono di scendere in campo e proporsi per amministrare la cosa pubblica e quindi la vita di intere Comunità dovrebbero responsabilmente proporsi con liste elettorali la cui composizione non venga effettuata sulla valutazione quantitativa del risultato elettorale, bensì su quella qualitativa e che sia indicativa della volontà di agire, se eletti, all'insegna della massima trasparenza e sostituendo l'Antimafia dei fatti a quella delle parole e dell'apparenza.

On. Angela Napoli
Presidente RISVEGLIO IDEALE


Taurianova, 12 maggio 2017 

giovedì 20 aprile 2017

UN SENTITO RINGRAZIAMENTO AL PREFETTO DI REGGIO CALABRIA


PORTO DI GIOIA TAURO

Va dato atto al Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, per l’encomiabile lavoro di mediazione svolto a favore dei lavoratori del Porto di Gioia Tauro.
Al Prefetto Michele di Bari sento di dover rivolgere un sentito ringraziamento perché è l’unica Autorità che con i fatti, e non con le parole o con la sola presenza, sta lavorando per salvaguardare il maggior numero di lavoratori.
So bene quanto questo lavoro di mediazione sia difficile alla luce della grande irresponsabilità che i vari Governi nazionali e regionali hanno sempre avuto nei confronti del Porto di Gioia Tauro.
Irresponsabilità che ha avuto effetti negativi sia sulla mancata polifunzionalità del porto stesso, sia sulla non individuazione di porto franco.
Irresponsabilità dei vari Governi che hanno fatto svanire le speranze che l'intera Calabria aveva nel momento della nascita di questo porto, quale volano dello sviluppo dell'intero territorio.

On. Angela Napoli
Presidente RISVEGLIO IDEALE

Taurianova, lì 20 aprile 2017



mercoledì 15 marzo 2017

In memoria del Prof. Nicolò Domenico Pandolfo, vittima innocente di ‘ndrangheta

                         COMUNICATO  STAMPA

L’Associazione “RISVEGLIO IDEALE, presieduta dall’on. Angela Napoli, ha dato l’adesione alla Giornata della Memoria e del Ricordo, organizzata da LIBERA a LOCRI per il prossimo 21 marzo e, pertanto, parteciperà a tutte le manifestazioni che si svolgeranno nella città calabrese.
L’Associazione ha, altresì, aderito al progetto “Locri – Luoghi di Speranza, Testimoni di Bellezza” ed ha ricevuto da adottare la storia del professor Nicolò Domenico PANDOLFO, quale vittima innocente della ‘ndrangheta.
Nicolò Domenico PANDOLFO era un primario di neurochirurgia presso l’Ospedale Riuniti di Reggio Calabria ed aveva anche l’incarico di consulente presso il Nosocomio di Locri, dove si recava ogni sabato. Sposato e padre di tre figli, il 20 marzo 1993, all’età di soli 51 anni, alcuni killer, con 7 colpi di pistola calibro 7.65, lo uccisero barbaramente a poche decine di metri dall’ingresso del nosocomio locrese, nel mentre stava per raggiungere la sua auto, posteggiata poco distante, e tornare a casa. Anche in questo caso, purtroppo prevalse la cappa di omertà sugli spettatori della spietata esecuzione. Le indicazioni fortunatamente vennero date dallo stesso professor Pandolfo prima che spirasse, due ore dopo il ricovero presso i “Riuniti” di Reggio Calabria.
Il delitto fu commissionato dal boss Cosimo Cordì, allora a capo dell’omonima famiglia della ‘ndrangheta locrese, perché il professor Pandolfo non era riuscito a strappare alla morte la bambina, figlia del boss, colpita da un tumore al cervello. Un delitto assurdo, commissionato da Cosimo Cordì, subito arrestato al Policlinico di Bologna, dove era ricoverato da due giorni. Cosimo Cordì venne poi ucciso nel 1997 e, altro fatto grave, la squadra di calcio di Locri osò osservare un minuto di silenzio per a sua morte.
Delitto assurdo, quello del professor Pandolfo e che dimostra come nelle vene dei boss di mafia scorra solo “sangue di crudeltà”, “sangue di vendetta” che si riversa spesso su vittime innocenti.
Anche la memoria del professor NICOLO’ DOMENICO PANDOLFO, accanto a quella di tutte le altre vittime di mafia, è un dovere a cui nessuno può sottrarsi.
                           La Presidente
                           Angela Napoli
Taurianova, 15 marzo 2017





sabato 25 febbraio 2017

Campagna tesseramento 2017 dell’Associazione “RISVEGLIO IDEALE”.



E’ aperta la campagna tesseramento 2017 dell’Associazione “RISVEGLIO IDEALE”.  
L’Associazione, presieduta dall’on. Angela Napoli, non ha fini di lucro ed ha lo scopo di promuovere attività di carattere politico, culturale e di impegno sociale con il fine di sollecitare la partecipazione popolare dei cittadini anche in forma attiva nonché la diffusione della cultura della legalità.
L’Associazione, per il raggiungimento degli obiettivi fissati, adotta i comportamenti contenuti nel “MANIFESTO DEI VALORI E DEGLI INTENTI”.
Coloro che sono interessati possono accedere al sito: www.risveglioideale.it dove troveranno statuto, manifesto dei valori e degli intenti e modulo di adesione.
Il modulo di adesione, debitamente compilato, dovrà essere trasmesso, via mail, ad uno dei seguenti indirizzi: risveglio.ideale@tiscali.it oppure  napoli.angela@gmail.com .
Il COSTO DELLA TESSERA è di euro 2,00 (due), che verranno versate durante un’apposita assemblea, che sarà indetta per la consegna delle tessere e per gli adempimenti statutari.
           
           La Presidente
        Angela NAPOLI

venerdì 6 gennaio 2017

Qual è il ruolo delle donne in Calabria? Quanto influiscono sulla vita di ogni giorno





“Qual è il ruolo delle donne in Calabria? 
Quanto influiscono sulla vita di ogni giorno?”


È questo il tema della nuova puntata di Opinioni, le indagini di opinione realizzate in Calabria da LaC e dall'istituto Makno. In studio con Caterina Froio, presidente di Confindustria Giovani Catanzaro.






                 
 

                               






venerdì 2 dicembre 2016

All’incontro del comitato del NO

 All’incontro del  comitato del NO
al Referendum del 4 dicembre sulla Costituzione
svoltosi a SCALEA (CS)



Link video mia intervista 

https://www.youtube.com/watch?v=KlZggRhaSS8