sabato 9 maggio 2009

La penalizzazione della Calabria da parte di Trenitalia

Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

– Per sapere – Premesso che:

- considerata la disastrosa situazione delle principali arterie stradali calabresi, la gestione dei trasporti dovrebbe essere oculata ed efficiente , ma, al contrario, in particolare, Trenitalia, continua a penalizzare l’intera Regione;

- Trenitalia ha attivato la mobilità del personale in esubero dalla Divisione Cargo alle altre due divisioni del trasporto Regionale e Passeggeri sul territorio nazionale, obbligando di fatto lo stesso personale a transitare verso regioni lontane, risultando le due Divisioni dalla Calabria “non recettive”;

- Naturalmente quest’ultima decisione di Trenitalia, oltre a costringere di fatto i ferrovieri delle due Divisioni ad andare a lavorare in Regioni lontane dalle loro residenze e dove alcuni hanno già lavorato per lunghi anni,continua a disintegrare lentamente ed inesorabilmente la gestione del trasporto Regionale e Passeggeri dal personale calabrese;

- La penalizzazione di Trenitalia nei confronti della Calabria avviene anche sui viaggiatori, sempre costretti ad utilizzare carrozze ferroviarie dismesse sulle linee del Centro - Nord, con servizi di toilette impraticabili, tendine dei finestrini consunte, porte “fuori servizio” ed igiene davvero carente;

- Dai treni per la Calabria è stato anche eliminato il servizio di benvenuto a bordo, peraltro compreso nel costo del biglietto;

- Ed ancora, considerata la carenza dei collegamenti ferroviari dalla Calabria per il Centro – Nord nella fascia ionica regionale, molti viaggiatori si ritrovano costretti ad utilizzare la ferrovia sul tratto tirrenico calabrese, dove non mancano grandi disagi;

- Ad esempio, il 19 aprile 2009, i viaggiatori in possesso di regolare prenotazione, posto e carrozza, sull’eurostar 9374, Reggio Calabria – Roma, in partenza da Lamezia Terme, si sono ritrovati su un treno superaffollato, con posto su prenotazione inesistente;

- Tutto quanto sopra esposto dall’interrogante dimostra come anche per Trenitalia la Calabria ed i suoi cittadini continuino a subire pesanti penalizzazioni e discriminazioni rispetto ai cittadini delle altre Regioni d’Italia:

- Se non ritenga davvero necessario ed urgente intervenire su Trenitalia, per far si che tale Società consideri la Calabria parte integrante dell’intera Italia e non vengano più penalizzati i viaggiatori di questa Regione.

On. Angela NAPOLI

Roma, 7 maggio 2009

2 commenti:

Ugo ha detto...

E' incredibile!!!
hanno soppresso la maggior parte dei treni, l'ultimo treno sulla tratta Lamezia Roma sembra essere rimasto quello delle 15:15....

Ancora non ci credo, sembra surreale.

fred ha detto...

Era un malfunzionamento del portale trenitalia, adesso la maggiorparte dei treni sono ricomparsi.... :)